Cosa facciamo

RACCOLTA DEL FERRO PER LE VIE NOALESI

Il gruppo Missionario è nato svolgendo la raccolta del ferro e, ad oggi, rimane una delle attività principali. Ogni domenica mattina, con i mezzi dell'associazione, i volontari raccolgono il ferro nelle abitazioni dei noalesi che ne richiedono l'aiuto. L'ultima domenica di Ottobre è un appuntamento importante per l'associazione perchè l'intero paese viene attraversato da trattori ed autocarri che svolgono una "raccolta generale". Per l'occasione si mobilita quasi un centinaio di persone che danno il loro contributo gratuitamente.




GESTIONE DELL'ECOCENTO COMUNALE

Nel 2010 il Gruppo Missionario è diventata la prima associazione ad essere iscritta nell'"Albo Nazionale dei Gestori di Ecocentro". Tuttavia è dal 1975 che i materiali raccolti vengono conferiti in centri di raccolta dove vengono suddivisi per tipologia di rifiuto.





ANIMAZIONE DELL'OTTOBRE MISSIONARIO

In occasione dell'Ottobre Missionario l'associazione si impegna a sensibilizzare la comunità ai temi della missionarietà seguendo un cammino di animazione articolato in cinque settimane, ciascuna delle quali propone un tema su cui riflettere: "Contemplazione", "Vocazione", "Responsabilità", "Carità" e "Ringraziamento".




ALLESTIMENTO DEL PRESEPE PARROCCHIALE

La costruzione del presepe parrocchiale inizia nei primi giorni di Novembre, impegnando numerose sere e la maggiorparte delle domeniche mattina. Ogni anno si cerca di ambientare il presepe in un contesto diverso seguendo un progetto che viene proposto durante gli incontri del lunedì sera. Il presepe viene aperto al termine della messa della notte di Natale e rimane aperto fino alla settimana successiva all'Epifania.




MARCIA DEI MARTIRI MISSIONARIA

La terza domenica di Marzo, in concomitanza con la Giornata Missionaria Parrocchiale, viene organizzata la Marcia in ricordo dei Martiri Missionari uccisi durante l'anno. Questo appuntamento ha sempre richiamato una grande partecipazione della comunità noalese. La marcia è solitamente organizzata percorrendo le vie del paese e prevede cinque tappe, dove, in ogniuna di esse vengono ricordati i martiri morti di un continente. Tutto si conclude poi con la celebrazione della messa celebrata anch'essa in ricordo dei martiri missionari.